SCARICA I MATERIALI STAMPA

VAI ALLA SCHEDA DEL FILM

ELENCO SALE

Dopo Gli equilibristi e I nostri ragazzi, Ivano De Matteo torna alla regia con una storia d’amore e di amicizia, di speranza e cambiamento, un racconto emozionante sull’Italia di oggi con due protagoniste straordinarie: Margherita Buy e Valeria Golino, al cinema dal 22 settembre.

In fuga da un marito violento, Anna (Buy) e il figlio Valerio sono accolti a Torino in casa di Carla (Golino), attrice di teatro e amica di Anna di vecchia data. I due cercano di adattarsi alla nuova vita tra tante difficoltà e incomprensioni, ma l’aiuto di Carla e quello inaspettato di Mathieu (Todeschini), un ristoratore francese che vive nel quartiere, gli faranno trovare la forza per ricominciare.

La vita possibile è un film sulla speranza, sulla forza delle donne, sulla capacità di nascere e rinascere ancora. Anna e suo figlio Valerio scappano da un uomo che ha demolito l’amore con le sue mani, che ha reso suo figlio un ragazzo chiuso, fragile, pieno di risentimento. Anna sarebbe potuta finire tra le colonne di un giornale, una notizia tra le notizie, il corpo spezzato di una donna che va ad aggiungersi alle centinaia di corpi di donne che ogni anno cadono nelle nostre case, nelle nostre strade. Vittime dell’inganno di sentimenti malati. Ma Anna non sarà lì.

La “vita possibile” esiste, la via d’uscita c’è. Ribellarsi è non solo necessario ma anche doveroso. La possibilità è quella di trovare una folle e dolce amica che ti aiuta, una casa anche se piccola che ti accoglie, un lavoro seppur duro che ti sostiene. Un futuro. Magari ancora amore. Anna e Valerio lo sanno, sono convinti di poter tornare a vivere e lo vogliono con tutte le forze.

ORA IN SALA


VAI ALLA SCHEDA DEL FILM

locandina film il diritto di uccidereAl cinema dal 25 agosto IL DIRITTO DI UCCIDERE (Eye in the Sky), diretto dal premio Oscar Gavin Hood e interpretato da Helen Mirren, Aaron Paul e dal compianto Alan Rickman, qui alla sua ultima, straordinaria prova. Il film, che inaugurerà la prossima stagione cinematografica di Teodora, è un thriller avvincente e attualissimo che racconta come nessun altro prima i retroscena della guerra contemporanea. Protagonista è il colonnello inglese Katherine Powell, che dirige a distanza un’operazione contro una cellula terroristica a Nairobi. Il suo “occhio” sul campo è un drone pilotato in Nevada dal giovane ufficiale Steve Watts, ma quando diventa inevitabile sferrare un attacco entrambi realizzano che anche una bambina innocente finirebbe tra le vittime. Mentre nessun politico nella “war room” londinese vuole prendersi la responsabilità di una decisione, una drammatica serie di eventi fa precipitare la situazione.

IL PIACERE DEL CINEMA

di Vieri Razzini

Londra celebra i cento anni di Olivia de Havilland

Londra celebra i cento anni di Olivia de Havilland, la grande attrice ha infatti compiuto cento anni il I° luglio.

Falso movimento, come è cambiata la regia negli ultimi 20 anni

Da almeno 20 anni molto cinema ha ignorato le regole della sintassi, ovvero della logica e oggi lo fa, si direbbe, addirittura senza consapevolezza.

Faccia a faccia col Male: The Night Manager

The Night Manager, la serie tv che è un affondo nel Male contemporaneo, tratta dal romanzo di John Le Carré e diretto da Susanne Bier.

Siamo tutti bambini. Il Libro della Giungla, 2016 vs 1942

Una meravigliosa sorpresa Il Libro della Giungla (2016) della Disney, che ci ha lasciati incantati e a occhi sgranati proprio come dei bimbi.

Oltre 100 film distribuiti in Italia

sotto un’unica bandiera quella dell’indipendenza

Fondata da Vieri Razzini e Cesare Petrillo, Teodora Film è da oltre 15 anni sinonimo di cinema di qualità. Ha distribuito in Italia i più grandi autori europei e il meglio dei Festival di tutto il mondo, collezionando successi di pubblico e critica come “Amour” di Michale Haneke (Palma d’Oro a Cannes nel 2012 e Oscar al Miglior Film Straniero nel 2013), “Irina Palm” di Sam Garbarski (David di Donatello Miglior Film Europeo nel 2010), “Pride” di Matthew Warchus, “In un mondo migliore” di Susanne Bier (Oscar al Miglior Film Straniero nel 2010), “Angel” di François Ozon, “Lo sconosciuto del lago” di Alain Guiraudie (Gran Premio della Regia Certain Regard nel 2013), “Il giardino di limoni” di Eran Riklis (Premio del Pubblico Festival di Berlino nel 2008) e molti altri ancora.

0
Film distribuiti
0
Schermi raggiunti
0
Locandine appese
0
Spettatori