Quattro film al Festival di Cannes per Teodora. Renate Reinsve vince il premio come miglior attrice per THE WORST PERSON IN THE WORLD


Teodora è orgogliosa di annunciare che distribuirà in Italia The Worst Person in the World di Joachim Trier e Evolution, del regista rivelazione di Pieces of a Woman, Kornél Mundruczó, entrambi acquisiti al Festival di Cannes. Il primo è considerato una delle sorprese di questa edizione del festival, per il modo in cui il regista norvegese reinventa con ironia e profondità la commedia romantica: in dodici capitoli assistiamo all’educazione sentimentale di Julie (una sensazionale Renate Reinsve, premiata come miglior attrice), donna libera, imprevedibile e contraddittoria, alle prese con i problemi della sua generazione e a lungo divisa tra due uomini. “E’ già un classico”, ha sentenziato The Guardian, che dà al film cinque stelle e guida il coro di critiche entusiastiche della stampa internazionale.

Evolution, presentato nella sezione Cannes Première, conferma invece l’incredibile talento di Kornél Mundruczó e della sceneggiatrice Kata Wéber, già artefici del successo planetario del candidato all’Oscar Pieces of a Woman. Il loro nuovo film racconta la storia di una famiglia ebrea dalla fine della Seconda Guerra Mondiale ai nostri giorni, attraverso le vicende di tre generazioni: una riflessione potente sulla memoria e sull’identità costruita attraverso una messinscena che lascia a bocca aperta per le sue straordinarie invenzioni registiche.

Le due nuove acquisizioni si aggiungono agli altri titoli del listino Teodora già applauditi quest’anno a Cannes: Ouistreham, diretto da Emmanuel Carrère e interpretato da Juliette Binoche, che ha inaugurato la Quinzaine des Réalisateurs, e Bergman Island di Mia Hansen-Løve, con Tim Roth, Mia Wasikowska e Vicky Krieps, anch’esso applaudito in concorso.

 

 

 

Le sorelle Macaluso trionfa ai Nastri d'Argento

 

Miglior film, migliore regia e miglior produzione: è Emma Dante con il suo Le sorelle Macaluso a imporsi ai Nastri d’argento 2021, l’edizione numero 75. Cinque i nastri vinti, anche per il montaggio a Benni Atria e sonoro a Gianluca Costamagna Il film, uscito in sala il 10 settembre del 2020 dopo il passaggio in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, è stato un grande successo di critica e pubblico ed è tratto dall’omonima pièce teatrale di Emma Dante, che ha ricevuto il Premio Ubu per il Miglior Spettacolo e la Miglior Regia.

Scritto da Emma Dante, Elena Stancanelli e Giorgio Vasta, il film è una produzione Rosamont e Minimum Fax Media con Rai Cinema e racconta l’infanzia, l’età adulta e la vecchiaia di cinque sorelle nate e cresciute in un appartamento all’ultimo piano di una palazzina nella periferia di Palermo. Una casa che porta i segni del tempo che passa come chi ci è cresciuto e chi ancora ci abita. La storia di cinque donne, di una famiglia, di chi va via, di chi resta e di chi resiste.

IL PIACERE DEL CINEMA

di Vieri Razzini

The Mule

Classe, humour, tensione: il miglior Eastwood degli ultimi anni

Green Book: il razzismo non invecchia

Il razzismo è un mostro a mille teste, e un film apparentemente lontano dalla nostra realtà come Green Book, che ce ne fa scoprire - e temere - lati nascosti e insospettabili, meriterebbe anche solo per questo la massima attenzione. 

La Favorita, Vice

La Favorita è un film piuttosto godibile e divertente, come sempre quando ci sono dei duelli di dame ben scritti...

Roma

La bellezza incontaminata del film di Cuarón

Oltre 100 film distribuiti in Italia

sotto un’unica bandiera quella dell’indipendenza

Dai capolavori vincitori della Palma d’Oro Amour e The Square ai premi Oscar Il figlio di Saul e In un mondo migliore, dalla trionfale riedizione di To Be Or Not To Be di Lubitsch a titoli di culto come Pride e Irina Palm, la Teodora Film ha portato in Italia dal 2000 a oggi il meglio del cinema internazionale. Tra i tanti autori entrati nel nostro catalogo ci sono Michael Haneke, Wim Wenders, Laurent Cantet, Ruben Östlund, James Ivory, Peter Greenaway, László Nemes, Susanne Bier, Céline Sciamma, François Ozon, Mia Hansen-Løve, Ursula Meier, nonché gli italiani Paolo e Vittorio Taviani e Marco Bellocchio. Oltre cento film nelle sale e altrettanti classici in DVD con la storica collana Il piacere del cinema sono stati distribuiti seguendo un unico filo rosso, la passione per il cinema, e sotto un’unica bandiera: quella dell’indipendenza.

media_logo_nuovo

0
Film distribuiti
0
Schermi raggiunti
0
Locandine appese
0
Spettatori