ARRIVA AL CINEMA GIRL, IL FILM RIVELAZIONE DELL’ULTIMO FESTIVAL DI CANNES

CLICCA QUI PER TROVARE IL CINEMA NELLA TUA CITTÀ

Film rivelazione dell’ultimo Festival di Cannes, con lunghe code alle proiezioni e ben quattro premi ottenuti, Girl si candida a diventare uno dei casi cinematografici della stagione. Protagonista del film è Lara, adolescente con la passione della danza classica: insieme al padre e al fratellino si è trasferita in un’altra città per frequentare una prestigiosa scuola di balletto, a cui dedica tutta se stessa. Ma la sfida più grande è riuscire a fare i conti con il proprio corpo, perché Lara è nata ragazzo… Ispirato a una storia vera, il film segna il clamoroso debutto alla regia del ventisettenne belga Lukas Dhont (premiato con la Caméra d’Or), nonché l’esordio a dir poco sensazionale del giovanissimo protagonista Victor Polster, premiato come Miglior attore al Certain Regard.

Il desiderio di raccontare la storia di un personaggio simile – racconta il regista – capace di sfidare una società in cui genere e sesso sono ancora inevitabilmente connessi, era enorme. È così che è iniziato Girl, dal bisogno di dire qualcosa su come percepiamo il genere, sulla femminilità e la mascolinità. Ma soprattutto sulla lotta interiore di una giovane eroina che mette a rischio il proprio corpo per diventare la persona che vuole essere”.

Un esordio sbalorditivo, tra Billy Elliot e Tomboy
Variety ★★★★★

Magnifico, una delle rivelazioni di Cannes 2018
Hollywood Reporter ★★★★★

Un film dalla incredibile carica emotiva
Première ★★★★★

Non ci sono parole per descrivere l’interpretazione di Victor Polster
The Upcoming ★★★★★

Un film stupefacente, da togliere il fiato
Sight & Sound ★★★★★

Ha il potere di ridarti fiducia nel cinema stesso
The Playlist ★★★★★

SCARICA I MATERIALI STAMPA

media_logo_nuovo

CAMERON POST alla Festa del Cinema di Roma


LA DISEDUCAZIONE DI CAMERON POST (The Miseducation of Cameron Post), il film di Desiree Akhavan con Chloë Grace Moretz che ha vinto l’ultimo Sundance Film Festival, sarà presentato in anteprima il 20 ottobre alla Festa del Cinema di Roma, inaugurando la sezione “Tutti ne parlano”. Il film uscirà nelle sale con Teodora a fine ottobre.
Tratto dal romanzo di culto di Emily M. Danforth (in uscita in libreria per Rizzoli il 23 ottobre), il film ha consacrato Chloë Grace Moretz (Suspiria, Hugo Cabret) come una delle migliori giovani attrici del cinema americano di oggi. La vicenda è ambientata in una cittadina del Montana, nel 1993. Quando viene sorpresa a baciarsi con una ragazza durante il ballo della scuola, la giovane Cameron Post viene spedita in un centro religioso, God’s Promise, in cui una terapia di conversione dovrebbe “guarirla” dall’omosessualità. Insofferente alla disciplina e ai dubbi metodi del centro, Cameron stringe amicizia con altri ragazzi, finendo per creare una piccola e variopinta comunità capace di riaffermare con orgoglio la propria identità.
Capace di affrontare con uno stile graffiante un tema ancora attualissimo e controverso, LA DISEDUCAZIONE DI CAMERON POST è diretto da Desiree Akhavan, regista newyorkese di origini iraniane già considerata una delle voci più originali e intense della scena indipendente internazionale.

GUARDA IL TRAILER

IL PIACERE DEL CINEMA

di Vieri Razzini

La moglie geniale

The Wife e il salto mortale della credibilità

The Other Side of the Wind

Il film di Orson Welles che non speravamo più di vedere

Sogni

In un'epoca di parole svuotate di senso, "Charley Thompson" ci insegna di nuovo cosa vuol dire "emozione"

Un amore tossico

L'ipocrisia di Spielberg e il genio di Paul Thomas Anderson in "The Post" e "Il filo nascosto"

Oltre 100 film distribuiti in Italia

sotto un’unica bandiera quella dell’indipendenza

Fondata da Vieri Razzini e Cesare Petrillo, Teodora Film è da oltre 15 anni sinonimo di cinema di qualità. Ha distribuito in Italia i più grandi autori europei e il meglio dei Festival di tutto il mondo, collezionando successi di pubblico e critica come “Amour” di Michale Haneke (Palma d’Oro a Cannes nel 2012 e Oscar al Miglior Film Straniero nel 2013), “Irina Palm” di Sam Garbarski (David di Donatello Miglior Film Europeo nel 2010), “Pride” di Matthew Warchus, “In un mondo migliore” di Susanne Bier (Oscar al Miglior Film Straniero nel 2010), “Angel” di François Ozon, “Lo sconosciuto del lago” di Alain Guiraudie (Gran Premio della Regia Certain Regard nel 2013), “Il giardino di limoni” di Eran Riklis (Premio del Pubblico Festival di Berlino nel 2008) e molti altri ancora.

media_logo_nuovo

0
Film distribuiti
0
Schermi raggiunti
0
Locandine appese
0
Spettatori